hometailoring

una casa su misura

Una cucina stretta e lunga

| 0 commenti

Stato di fatto_viaA_Frank

Una nostra amica sta cercando casa da comprare. Ogni tanto ci invia qualche piantina, ma sempre senza esserne troppo convinta. Ora finalmente pare che ne abbia trovata una davvero interessante, comoda, luminosa, ma con un unico neo: una cucina stretta e lunga e, a dirla tutta, non troppo luminosa poiché ha una sola finestra sul lato corto ed è esposta a nord. La casa però le piace così tanto che ci ha chiesto di darle una mano ad ottimizzare questo ambiente ad oggi non troppo “felice”.

C’è da dire che quando si visita un appartamento in vendita bisogna sempre essere dotati di molto spirito di immaginazione, perché spesso, soprattutto se sono edifici datati, vengono lasciati in condizioni pietose. Il nostro è uno di quei casi e dunque il locale, oltre ad avere i limiti suddetti, appare ancora più angusto (sebbene in realtà non sia piccolo) e buio poiché presenta rivestimenti e pavimenti molto scuri, com’era di moda negli anni ’70. In realtà, con l’utilizzo di colori chiari, sia per i rivestimenti che per i frontali della cucina stessa e con una buona progettazione, si possono ottenere ottimi risultati.

Qui sotto vi presentiamo il progetto, in pianta e vista frontale. Come già detto, essendo l’ambiente lungo e stretto, era necessaria una sistemazione che correggesse visivamente tale forma allungata. Inoltre, per come era disposta, la cucina esistente, seppur di adeguate dimensioni (13 mq circa), non consentiva di inserire un tavolo da 4 persone. Si è scelto quindi di spostare tutta la zona operativa sulla parete di fronte alla porta e di disporre il tavolo  di fronte alla finestra, in posizione ortogonale rispetto a quella stessa parete. In tal modo, non solo la cucina risulta più funzionale e spaziosa (con le colonne frigo e forno nella parte più buia e zona operativa in quella più luminosa), ma il tavolo, da 4-5 persone, con la sua posizione “rompe” la lunga infilata dei mobili della cucina, riproporzionando l’ambiente.

Per quanto riguarda i colori ovviamente sarebbe consigliabile di usarne di chiari, sia per i mobili che per le pareti, magari osando qualche tocco di colore a contrasto per la fascia di rivestimento fra top e pensili o per gli elementi di arredo (sedie, lampada).

Progetto_viaA_Frank_def

Prospetto_viaA_Frank

Tale progetto ovviamente è solo una base di partenza. Esistono numerosissime possibilità di varianti in base al gusto e alle esigenze personali di ognuno di noi, non solo nella scelta dei colori e dei modelli delle ante, ma anche di molti altri dettagli. Il tavolo per esempio potrebbe essere un prolungamento del top e mantenerne l’altezza (diventando quindi un bancone) oppure conservare l’altezza standard di 72-74 cm. Dal punto di vista materico si potrebbe scegliere una soluzione in continuità, usando per top e tavolo lo stesso materiale, o in contrasto. Nelle foto qui sotto vedete alcuni esempi, ma oggi le aziende offrono così tante opzioni che non rimane che l’imbarazzo della scelta.

Cucina-moderna-con-penisola-bianca

Cucina con tavolo-penisola

Cucina_Scenery_Scavolini

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lascia una risposta

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.


Translate »